Tecniche di vinificazione


Le linee guida per la vinificazione di Cantina Case Marcosanti sono sostanzialmente due:


i vini rossi vengono elaborati con la tecnica della “vinificazione in rosso” in particolari vinificatori in acciaio, in grado di permettere l’applicazione dei più innovativi protocolli di produzione, sono infatti completi di rimontaggi automatici e controllo della temperatura, necessari per estrarre e conservare le sostanze coloranti e valorizzare la componente aromatica.
Per ogni vino, così ottenuto, si è scelto infine di effettuare, ove possibile, la” fermentazione malo lattica” per raggiungere le caratteristiche di rotondità gustativa degne dei grandi vini rossi. Per alcuni prodotti è previsto un ulteriore affinamento in piccole botti di legno.

I vini bianchi al contrario seguono un protocollo di produzione diverso, in questo caso infatti si utilizza la tecnologia di “vinificazione in bianco”.
Le uve vengono immediatamente separate dalle bucce mediante l’utilizzo di nuove presse soffici pneumatiche, per ridurre al minimo l’imbrunimento dei mosti legato al contatto con le bucce e con l’ossigeno, favorendo così la conservazione dei precursori di aroma naturalmente presenti, con conseguente miglioramento del profilo aromatico del vino finito.
A seguire si procede con la decantazione statica per la separazione delle fecce più grossolane, e successivamente si esegue la fermentazione, con utilizzo di lieviti selezionati. In questa fase è di fondamentale importanza il controllo della temperatura per favorire al massimo la regolarità fermentativa con conseguente esplosione aromatica. L’affinamento avviene sulle fecce nobili per conferire ai vini ulteriore complessità e rotondità.